07_Campidoglio

Una giornata in Campidoglio

Il Campidoglio è oggi il luogo occupato dal Municipio di Roma e dai Musei Capitolini ma si tratta di uno dei luoghi più importanti per la storia e mitologia romana. È uno dei primi sette colli, il più piccolo, su cui fu fondata Roma, secondo le leggende fu aggiunto a Roma dopo la fusione dei Romani di Romolo con i Sabini di Tito Tazio, mentre racconti sulle epoche più antiche sostenevano che qui si trovava una cittadella costruita da Saturno che ospitò Eracle ed i suoi compagni Greci.

In Epoca Repubblicana l’edificio più importante era il Tempio di Giove Ottimo Massimo, anche questo legato a due leggende. La prima è quella del nome del luogo, che pare derivi dalla testa (caput) di un guerriero che doveva chiamarsi Olo o Tolo rinvenuta quando si scavava per costruire il Tempio. La seconda racconta di quando le oche del tempio starnazzando svegliando i Romani ed avvisandoli dell’invasione dei Galli del 390. Un altro edificio importante del Campidoglio era il Tabularium, edificio amministrativo che poi nel Medioevo venne ricostruito ed utilizzato come sede del Senato Romano.

Oggi gli edifici del Campidoglio (tra cui i Musei Capitolini) circondano l’omonima piazza alla quale si accede tramite una scalinata. La piazza è dominata dalla statua equestre di Marco Aurelio, copia dell’originale in bronzo risalente all’epoca dell’Imperatore ed oggi custodita all’interno di Palazzo dei Conservatori (Musei Capitolini). La statua a grandezza naturale mostra l’Imperatore come condottiero ma anche come essere divino che si erge sui mortali.

Secondo le fonti medioevali, ai piedi del cavallo c’era la statua di un prigioniero barbaro oggi andata perduta. La struttura della Piazza come la conosciamo oggi è invece il risultato di un progetto di Michelangelo.
I Musei Capitolini sono il primo vero museo al mondo, aperto dal 1734 da Papa Clemente XII: prima d’ora le collezioni d’arte erano fruibili solo dai proprietari e pochi altri. Nella struttura di Palazzo dei Conservatori, oltre la statua di Marco Aurelio, si trovano i frammenti (tra cui la testa intera) della statua colossale di Costantino e tante altre statue e mosaici del periodo romano. Del XVII secolo invece è la Sala dei Capitani, che vanta gli affreschi di Tommaso Laureti che raffigurano anche qui le virtù della Roma antica e degli uomini delle epoche successive. Altre opere importanti o emblematiche, tra le tante dei Musei Capitolini, sono la Medusa del Bernini, l’Artemide di Efeso, il Busto di Michelangelo, il Busto di Alcibiade e la Lupa Capitolina, uno dei simboli di Roma.

La Lupa in bronzo a lungo è stata creduta una scultura etrusca e solo recentemente si è scoperto che si tratta di un’opera medioevale e che i gemelli Romolo e Remo sono stati aggiunti nel Rinascimento. Palazzo Nuovo ospita, oltre che una sala dedicata ai monumenti egizi, ritratti e busti degli Imperatori Romani, filosofi e altre statue di grande bellezza e di intenso pathos come il famosissimo Galata Morente.

La parola Capitolino e Campidoglio hanno dato origine alla parola Capitale ed ha ispirato la costruzione del Campidoglio di Washington.